Psicomotricità

IMG_1642

Si attuano interventi educativi di Psicomotricità funzionale individuale e di gruppo su bambini in ogni fascia d’età.

Psicomotricista Funzionale: Chi è e di cosa si occupa

Lo psicomotricista è una figura che lavora nell’ambito della prevenzione e della cura dei disturbi dell’età evolutiva.

Lo psicomotricista funzionale è quella figura professionale che attraverso la sua formazione è in grado di effettuare interventi educativi in aiuto a persone di ogni fascia d’ètà, attraverso l’impegno di metodi e tecniche indirizzate allo sviluppo dell’individuo per mezzo del movimento.

Il suo intervento educativo, basato sui bisogni e le caratteristiche del soggetto, ha come obbiettivo quello di promuovere nella persona le potenzialità che le consentano di eseguire un movimento conveniente e adeguato per ogni situazione.

Quando ci si rivolge allo psicomotricista ?

Ci si rivolge allo psicomotricista funzionale in presenza di :

  • Bambini con ritardi semplici e generalizzati di sviluppo
  • deficit d’attenzione
  • iperattività
  • inibizione motoria
  • disturbi o ritardi del linguaggio
  • disturbi minori del movimento
  • difficoltà relazionali
  • disturbi di ansia e di stress

Lo psicomotricista osserva e valuta l’attività psicomotoria di un paziente con lo scopo di far superare le difficoltà ed i disagi degli individui.

Esso lavora utilizzando attività percettive, cognitive, ludico espressive, rilassamento, comunicazione verbale e non verbale.

Per lo psicomotricista  il gioco diviene uno strumento e una chiave di lettura fondamentale per indagare il mondo psichico ed emotivo del bambino ed è proprio attraverso il gioco che lavora questa figura professionale.

L’originalità di questa pratica riabilitativa sta nella semplicità dei mezzi attraverso i quali si realizza: lo psicomotricista lavora attraverso il corpo, il movimento, l’azione di gioco, la relazione.

Il materiale del setting può cambiare da  al bambino a bambino in base alle problematiche che si debbono affrontare.